14 maggio 2016

Archivio Sonoro Franco Coggiola

Su Franco Coggiola

E quando ci domanderemo cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere: noi ricordiamo. Ecco dove alla lunga avremo vinto noi. E verrà il giorno in cui saremo in grado di ricordare una tal quantità di cose che potremo costruire la più grande scavatrice meccanica della storia e scavare, in tal modo, la più grande fossa di tutti i tempi, nella quale sotterrare la guerra.

Ray Bradbury – Fahrenheit 451

 

L’Archivio Sonoro e Biblioteca Franco Coggiola raccoglie i materiali di ricerca prodotti dal Circolo Gianni Bosio dalla sua formazione, alla fine degli anni ’60, fino ai progetti di ricerca tuttora in corso. Ma non solo! L’archivio, sin dalla sua nascita nel 2001, ha rappresentato uno dei più importanti punti di raccolta e aggregazione delle registrazioni e dei materiali di quanti, avendo condotto ricerche in ambito etnomusicologico o di storia orale con un’ottica ed uno spirito affini a quelli portati avanti dal Circolo, hanno deciso di farli uscire dai propri archivi privati e metterli a disposizione di studenti, ricercatori, artisti e di chiunque altro abbia desiderio e voglia di dedicare un po’ del proprio tempo nell’ascolto di questo prezioso patrimonio di voci, suoni e conoscenza.

L’Archivio Sonoro e Biblioteca Franco Coggiola ha ricevuto nel 2001 il riconoscimento come archivio di interesse storico a livello nazionale. L’attività totalmente volontaria dei ricercatori e dei curatori dell’archivio permette la consultazione pubblica e gratuita dei materiali in esso conservati. Poichè l’apertura è organizzata sulla base delle disponibilità di ognuno dei suoi collaboratori consigliamo di fissare un appuntamento prima di venirci a trovare.

Se ne vuoi sapere di più sull’archivio, la sua storia e le sue attività di ricerca ti consigliamo di leggere gli articoli che trovi qui e qui.

Fondi, Serie e Raccolte

L’Archivio Sonoro Franco Coggiola è organizzato in fondi e serie. Qui di seguito trovi l’elenco di tutte le sezioni. (clicca su ciascuna scheda per visualizzare una descrizione e il link per la pagina del fondo)

Fondi
Fondo-Alessandro-Portelli
SandroPortelliIl Fondo Alessandro Portelli rappresenta il cuore dei materiali sonori dell’Archivio Franco Coggiola. Di gran lunga il più esteso tra tutti i fondi, raccoglie i materiali di ricerca prodotti da Alessandro Portelli dal 1969 fino a quelli di ultimissima realizzazione. Il fondo è suddiviso in un articolato sistema di serie che individuano i numerosi contesti di ricerca presi in esame nella pluridecennale attività di raccolta, sia nell’ambito della ricerca etnomusicologia sia in quello della storia orale; tra cui, i più importanti sono: Roma (Resistenza, lotta per la casa negli anni Settanta, musica dei migranti), musica tradizionale dell’Italia mediana, Terni e Valnerina (musica tradizionale, storia delle lotte operaie legate alle acciaierie cittadine, Resistenza), Stati Uniti (musica tradizionale e folk revival, storia delle lotte sindacali nel bacino carbonifero degli Appalachi, storia del movimento per i diritti civili).

vai alla pagina di questo fondo
Fondo-Valentino-Paparelli
ValentinoPaparelliDanteBartoliniValentino Paparelli. Già docente presso l’Istituto di Etnologia e Antropologia Culturale dell’università di Perugia, ha svolto un’intensa attività di ricerca sul campo, pubblicando numerosi saggi e articoli sulla musica e la cultura popolare, tra cui “L’Umbria cantata” e “La Valnerina ternana. Un’esperienza di ricerca-intervento”. Il Fondo Valentino Paparelli raccoglie i materiali registrati dal ricercatore, suddivisi tra quelli prodotti nelle ricerche svolte, prevalentemente in Umbria, tra il ’73 e l’80, e una serie più recente, tra il 2008 e il 2010, di registrazioni prodotte, ancora in Umbria, ma soprattutto in contesti internazionali (Spagna, India, Nepal).

vai alla pagina di questo fondo
Fondo-Elvira-Nobilio
Registrazioni di musica popolare e interviste realizzate da Elvira Nobilio per una ricerca di storia delle tradizioni popolari a Penne (PE) e nelle aree rurali limitrofe tra il 1958 e il 1959. Le nove bobine registrano il passaggio da una società prevalentemente contadina alla società dei consumi. Oltre a una documentazione variegata di forme musicali tradizionali sono presenti racconti, storie di vita e molti aspetti demoantropologici.

vai alla pagina di questo fondo
Spoiler title
MarcoMullerRegistrazioni di musica popolare e interviste realizzate fra il 1973 e il 1976 nell’ambito di una più vasta ricerca sull’espressività musicale popolare realizzata in collaborazione anche con la Discoteca di Stato. Delle oltre 50 bobine che compongono il fondo la maggior parte sono dedicate all’improvvisazione poetica in ottava rima attraverso registrazioni sia di gare poetiche sia di interviste, conversazioni ed esibizioni di singoli poeti improvvisatori. Insieme a questo nucleo principale è presente una serie di registrazioni in differenti contesti: Abruzzo, Calabria e altri.

vai alla pagina di questo fondo
Fondo-Roma-Forestiera
Registrazioni realizzate nell’ambito di un progetto di ricerca del Circolo Gianni Bosio sull’espressività musicale e le storie di vita di musicisti e non all’interno delle comunità di migranti romane e italiane. La ricerca ha portato alla pubblicazione di diversi cd e varie collaborazioni editoriali tra cui: Provincia di Roma, Istituto  Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi, Edizioni Nota. Registrazioni di Alessandro Portelli. Attilio Di Sanza, Fiorella Leone, Omerita Ranalli, Alessandro Toffoli, Enrico Grammaroli.

vai alla pagina di questo fondo
Fondo-Movimenti
Registrazioni realizzate dagli anni Novanta che documentano le storie di vita e le esperienze di persone accomonuate dalla partecipazione ad alcune delle esperienze politiche di movimento. Il fondo è suddiviso in tre serie che prendono in esame: Sessantotto, Pantera e il Social Forum del G8 di Genova. Ciascuno dei gruppo d materiali sono stati realizzati in seno a differenti gruppi di ricerca.

Fondo-Dario-Toccaceli
Registrazioni realizzate dagli anni Settanta durante diverse campagne di ricerca etnomusicologica in vari contesti italiani e e internazionali. Al momento sono disponibili alla consultazione i materiali della raccolta relativa alle Marche.

Fondo-Giovanna-Marini
Registrazioni e materiali si studio realizzate dalla ricercatrice e cantante in Puglia e in molti luoghi del Italia centrale e meridionale.

Fondo-Italia-Ranaldi
Depositato dall’Associazione La Piazza tramite Sara Modigliani, è un archivio relativo al repertorio di Italia Ranaldi (Poggio Moiano, Rieti), una delle voci più suggestive e rappresentative della cultura orale della Sabina. Il suo repertorio copre un’area che spazia tra Poggio Moiano e Montelibretti (Roma), i due paesi in cui ha vissuto. Si tratta di un centinaio di brani (di cui è disponibile presso l’Archivio l’elenco completo) fra canti narrativi, epico-lirici, stornelli, canti di lavoro, canti religiosi e politici. Il materiale è stato donato dalla signora Ranaldi. Si tratta di 37 bobine per un totale di circa 65 ore di registrazione. Questo materiale sonoro è corredato da materiale cartaceo riguardante favole, proverbi, filastrocche, conte, leggende e ritualità contadina, sempre legato alle tradizioni della Sabina, che fa parte della memoria personale di Italia Ranaldi. Inoltre, Italia Ranaldi ha donato un manoscritto contenente testi di canti politici scritti da suo marito Mario Mammuccari e cantati da lei, su motivi delle canzoni popolari della Sabina, durante le campagne elettorali del PCI negli anni ’50.

Fondo-Roma,-storie-e-quartieri
Un fondo che raccoglie molte esperienze di ricerca realizzate a partire dal 2000 all’interno del Circolo o da ricercatori esterni e accomunate dal metodo della storia orale applicata ai quartieri di Roma e nella provincia. Il fondo è suddiviso in diverse serie che raccolgono e organizzano le registrazioni in base ai contesti di ricerca e contiene documentazione sui quartieri e le aree: Prenestino, Borgata Gordiani, Quarticciolo, Centocelle , Valle Aurelia. Grottaferrata, Valmontone, Monterotondo , Tivoli, Torpignattara,  Monteverde, Pisana.

vai alla pagina di questo fondo
Fondo-Raffaele-Marchetti
Registrazioni realizzate dagli anni Ottanta per una documentazione etnomusicologica in Ciociaria e nel Basso Lazio.

Fondo-Stefano-Portelli
Registrazioni realizzate in occasione di diversi progetti di ricerca. Una serie di interviste su un’esperienza di cooperazione internazionale in un quartiere di Managua (Nicaragua) e un’altro gruppo di interviste sulla storia urbanistica e sociale del quartiere Bon Pastor di Barcellona (Spagna).

Fondo-Peter-Kammerer
Il fondo raccoglie tre distinti insiemi di registrazioni: l’attività di seminari e convegni dell’Istituto di Filosofia dell’Università di Urbino tra gli anni Sessanta e Ottanta, un vasto gruppo di registrazioni sull’attività didattica di Aldo Natoli sulla storia del partito comunista italiano e su quello cinese; in ultimo le registrazioni del sociologo tedesco confluite come documentazione per varie trasmissioni della radio pubblica in Germania.

Fondo-Ricerche-e-Ricercatori
Il fondo organizza i materiali di molti ricercatori o gruppi di ricerca che hanno reso disponibili presso l’archivio le registrazioni prodotte nei vari contesti di produzione e intervento. I materiali sono suddivisi in serie che individuano i ricercatori e la loro attività o i contesti di ricerca di gruppo. Le tematiche risultano quindi molto eterogenee. Tra i vari argomenti presenti: la storia sociale di alcuni quartieri romani e aree della provincia romana, la rivolta di Reggio Calabria del 1970, le lotte per la terra in Arneo, l’emigrazione italiana interna e all’estero, la resistenza e l’antifascismo nell’Alto Lazio.

vai alla pagina di questo fondo

 

Strumenti di Ricerca

Strumenti di ricerca

Ricerca Libera
Ricerca Libera ti permette di effettuare una ricerca nel catalogo che trova tutte le corrispondenze tra la parola che inserisci e i campi descrittivi delle registrazioni.
Esempio: Resistenza

Ricerca libera :
Mappa delle registrazioni

Tutti i luoghi in cui abbiamo fatto ricerca: