6 Dicembre 2020

Progetti

L’ Albero della Libertà

L’Albero della Libertà è formato da Mauro Geraci, Sara Modigliani, Gabriele Modigliani, Stefano Pogelli, Gavina Saba, Livia Tedeschini Lalli, Laura Zanacchi. L’Albero della Libertà ha contribuito, con la sua musica e i suoi testi, a celebrare alcune date del Calendario Civile.

vai alla pagina dell’Albero della Libertà per vedere alcuni materiali e documenti di questo progetto


Bosio TeatroMusica

Il gruppo nasce per dare voce al libro/CD di Alessandro Portelli  “Mira la rondondella: musica, storie e storia dai Castelli Romani” pubblicato nel 2012 da Squilibri Editore. Le ricerche di Sandro Portelli ai Castelli Romani hanno prodotto una grande quantità di interviste e di canzoni su questa zona e sulla sua storia, da fine ‘800 ai giorni nostri. Da qui è nata l’idea di Sandro Portelli e Costanza Calabretta di costruire una rappresentazione teatrale, che alternasse testimonianze orali e canti, e facesse conoscere il lavoro ad un pubblico più ampio. Ne è nato lo spettacolo “Mira la rondondella” che prende il nome (come la pubblicazione) da una delle canzoni più emblematiche della ricerca. Le voci narranti dei bravissimi giovani attori Matilde D’Accardi e Nicola Sorrenti, la voce di Sara Modigliani da decenni attiva nel mondo del canto popolare, le chitarre di Gabriele Modigliani e Massimo Lella tra i migliori esecutori di musica popolare, l’organetto di Roberta Bartoletti grande virtuosa strumentista e compositrice, hanno creato un ensemble capace di rendere lo spirito e l’atmosfera dei Castelli percorrendo i tempi e le voci della ricerca di Portelli.

per saperne di più…


Calendario Civile

Calendario civile è una rassegna multidisciplinare (teatro, musica, attività didattiche) costruita intorno alle date che segnano l’identità e la memoria della nostra Repubblica, i principi fondanti di una democrazia fondata sul lavoro, sull’uguaglianza e sulla sovranità, radicati nella storia e nella memoria del mondo popolare e nella contaminazione creativa fra diverse culture. Ciascuno degli spettacoli, collegato con attività didattiche ed editoriali, esplora attraverso forme di comunicazione godibili e di alto contenuto e qualità artistica svolte in spazi di grande interesse artistico e paesaggistico, il significato attuale di una data storica. Il progetto costruisce in tal modo un calendario civile che, senza trascurare il valore sociale dell’intrattenimento di alto livello, accompagna la crescita e il rafforzamento della coscienza democratica, della memoria storica e del gusto per lo spettacolo partecipato e dal vivo, in particolare tra le giovani generazioni, nella nuova Italia multietnica: evocare emozioni, creare conoscenza, costruire comunità.

vai alla pagina del Calendario Civile per vedere alcuni materiali e documenti di questo progetto


Il Circolo alla Casa della Memoria e della Storia di Roma

La Casa della Memoria e della Storia fu ideata dal Sindaco Walter Veltroni nel 2006, con l’obiettivo di dare spazio al tema della memoria della città e del Paese. Aderirono a questo progetto: Alessandro Portelli, presidente del Circolo Gianni Bosio, allora delegato del Sindaco “per la tutela e la valorizzazione della memoria storica della città”, Massimo Rendina, ex comandante partigiano al quale la Casa è intitolata e Umberto Gentiloni, allora presidente dell’IRSIFAR, insieme ad altre associazioni e istituti di ricerca che si occupano di Storia e memoria con diverse specificità e ambiti di interesse. Il CGB svolge una parte della sua attività, nella Casa della Memoria e della Storia da quando questo spazio pubblico è stato inaugurato…

per saperne di più…


Rassegne

Locandine